Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'Istituto d'Istruzione Superiore “F. Brunelleschi” di Acireale collabora al Programma Nazionale di ricerca in Antartide ed aderisce al progetto “AUSDA – Adotta una scuola dell'Antartide” per fornire agli studenti conoscenze su questa regione della terra attraverso lo studio in diretta.

In questo progetto – mediante la navigazione su web e gli incontri in videoconferenza – l'alunno ha un ruolo attivo, “come se fosse egli stesso un ricercatore”, e può proporre temi ai ricercatori inerenti i progetti sviluppati durante la campagna antartica.

All'interno di questo Programma Nazionale “AUSDA – Adotta una scuola dell'Antartide”, il 26 ottobre 2015, alle h. 12:00, nell'aula polifunzionale del nostro Istituto, si è svolto in videoconferenza un incontro con la stazione di ricerca antartica, quello che comunemente chiamiamo Polo Sud, una delle zone meno esplorate del pianeta.

I tredici ricercatori della Concordia Station che hanno incontrato gli studenti sono un gruppo di scienziati che aderiscono ad un programma italo-francese e vivono a 1200 km dalla costa da quasi un anno. Durante il loro soggiorno hanno assistito alla notte antartica nella quale, da maggio ad agosto, per quasi cento giorni si vive senza vedere il sole. I ricercatori convivono con condizioni climatiche ed ambientali difficilissime; infatti la temperatura media estiva è di 30 gradi sotto zero e quella invernale supera gli 80 gradi sotto zero. Inoltre la carenza di ossigeno, dovuta alle temperature molto basse, altera l'ematocrito e l'emoglobina, modificando il funzionamento di alcune ghiandole, come quella della tiroide, e sottoponendo il corpo umano ad un invecchiamento precoce.

 

Il Dirigente scolastico, prof.ssa Maria Elena Grassi, nel ringraziare i professori responsabili del progetto, la prof.ssa Rosaria Guarrera e la prof.ssa Rosaria Arcidiacono, attesta che la ricerca, realizzata in modo innovativo, ha offerto la possibilità agli alunni di conoscere forme diverse di habitat naturale e l'adeguamento del corpo umano a condizioni climatiche avverse. Tutti gli alunni hanno dimostrato particolare interesse per questa iniziativa. Si ringrazia in modo particolare il gruppo di ricerca ENEA.

  • 1
  • 2

Albo on line

albo on line

 
Inizio